Regolamento Elettorale

Approvato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 20/01/2010

 

L'ASSEMBLEA ELETTORALE

 

ART. 1 – Convocazione

L’assemblea elettorale ha l’obiettivo di procedere al rinnovo delle cariche sociali. Al fine di consentire la più ampia partecipazione possibile dell'elettorato attivo alle elezioni degli organi direttivi della Società, l’assemblea elettorale si terrà in coincidenza e nel corso del Convegno Internazionale della Società Italiana dei Docenti di Trasporti. Solo in caso di dimissioni anticipate del Presidente o di membri del Consiglio Direttivo o di membri del Collegio di Revisione dei Conti rispetto ai termini legali del mandato, l'Assemblea elettiva potrà essere tenuta in località e tempo diverso da quello stabilito per il Convegno Internazionale della Società. L’assemblea è convocata mediante posta elettronica almeno trenta giorni prima della sua effettuazione; l'avviso dovrà contenere l'indicazione del giorno, dell'ora e del luogo dell'adunanza e dell'eventuale seconda convocazione nonché dell'Ordine del Giorno. La seconda convocazione non può avere luogo nello stesso giorno della prima. L'Assemblea elettorale è validamente costituita, in prima convocazione, con la metà più uno dei soci aventi diritto di voto ed in seconda convocazione con almeno il 35% dei soci aventi diritto di voto. La convocazione verrà pubblicata anche sulla homepage del sito ufficiale della Società. All'assemblea elettiva possono partecipare i soci aventi diritto così come stabilito da statuto. Le operazioni di verifica del diritto al voto verranno espletate dalla Commissione elettorale costituita e a cui è demandato lo svolgimento dei compiti ai sensi dell’art. 7.
 

ART. 2 – Operazioni di voto

Le operazioni di voto si articolano:
1. nella nomina di una Commissione elettorale composta da un presidente e due membri;
2. nell’eventuale presentazione dei candidati;
3. nella votazione;
4. nella proclamazione dei risultati.
La nomina della Commissione elettorale avviene secondo quanto stabilito all’art. 7.
Le fasi 2, 3, 4 vengono ripetute tre volte per effettuare distintamente le seguenti elezioni:
il Presidente;
i membri del Consiglio Direttivo;
i membri del Collegio di Revisione dei Conti;
il componente Junior di Supporto al Consiglio Direttivo.
Subito dopo la nomina della Commissione elettorale il Presidente della stessa assume pro-tempore la presidenza dell’assemblea elettorale fino al termine delle operazioni elettorali.
La presentazione dei candidati avviene secondo la modalità descritte nell’art. 5.

Le operazioni di voto si svolgono secondo quanto esposto nell’art. 6.
Al termine della votazione e delle operazioni di scrutinio il Presidente pro-tempore dell'Assemblea proclama eletti:
il Presidente come colui che ha riportato il maggior numero di voti;
i membri del Consiglio Direttivo tra i nove candidati che hanno riportato il maggior numero di voti per tali cariche e non siano stati eletti Presidente;
i membri del Collegio di Revisione dei Conti tra i tre soci che hanno riportato il maggior numero di voti per tali cariche e non siano stati eletti Presidente o membro del Consiglio Direttivo;
il componente Junior di Supporto al Consiglio Direttivo come colui che ha riportato ilmaggior numero di voti.
Qualora uno dei soci eletti per una carica di cui sopra faccia sapere seduta stante di non accettare la carica, viene proposta all'Assemblea la ratifica per voto palese della nomina del socio che ha ottenuto più voti dopo il primo e così di seguito.

 

ART. 3 – Elettorato attivo

1). Costituiscono l'elettorato attivo alla carica di Presidente della Società Italiana dei Docenti di Trasporti tutti i soci ordinari ed onorari aventi diritto così come da statuto.
2. Costituiscono l'elettorato attivo alla carica di membro del Consiglio Direttivo di Presidente della Società Italiana dei Docenti di Trasporti tutti i soci ordinari ed onorari aventi diritto così come da statuto.
3. Costituiscono l'elettorato attivo alla carica di membro del Collegio dei Revisori dei Conti della Società Italiana dei Docenti di Trasporti tutti i soci ordinari ed onorari aventi diritto così come da statuto.
4. Costituiscono l'elettorato attivo alla carica di componente Junior di Supporto al Consiglio Direttivo della Società Italiana dei Docenti di Trasporti tutti i soci juniores aventi diritto così come da statuto.
 

ART. 4 - Elettorato passivo

1.
Costituiscono l'elettorato passivo alla carica di Presidente della Società Italiana dei Docenti di Trasporti tutti i soci ordinari docenti di discipline del settore scientifico-disciplinare ICAR-05 che alla data stabilita per le elezioni abbiano maturato una anzianità di almeno cinque anni nella qualità di socio ordinario aventi diritto così come da statuto. I soci onorari non possono ricoprire cariche sociali.
2. Costituiscono l'elettorato passivo alla carica di membro del Consiglio Direttivo della SocietàItaliana dei Docenti di Trasporti tutti i soci ordinari che alla data stabilita per le elezioni abbiano maturato una anzianità di almeno un anno nella qualità di socio ordinario aventi diritto così come da statuto.
3. Costituiscono l'elettorato passivo alla carica di membro del Collegio dei Revisori dei Conti della Società Italiana dei Docenti di Trasporti tutti i soci ordinari che alla data stabilita per le elezioni abbiano maturato una anzianità di almeno un anno nella qualità di socio ordinario aventi diritto così come da statuto.
4. Costituiscono l'elettorato passivo alla carica di componente Junior di Supporto al Consiglio Direttivo della Società Italiana dei Docenti di Trasporti tutti i soci juniores che alla data stabilita per le elezioni abbiano maturato una anzianità di almeno un anno nella qualità di socio juniores aventi diritto così come da statuto.
 

ART. 5 – Candidature

I soci, facenti parte dell’elettorato passivo di cui all’art.4 del presente regolamento, che intendono candidarsi come Presidente, membro del Consiglio Direttivo, membro del Collegio dei Revisori dei
Cont
i o componente Junior di Supporto al Consiglio Direttivo della SIDT, dovranno fornire candidatura scritta tramite e-mail certificata al Presidente e ai membri del Consiglio Direttivo almeno 7 giorni prima dell’assemblea. Il termine di cui sopra è perentorio e non modificabile.
Le candidature per i membri del Consiglio Direttivo, per i membri del Collegio dei Revisori dei Conti e per il componente Junior di Supporto al Consiglio Direttivo della SIDT possono essere presentate dai Soci con le stesse modalità di presentazione delle candidature alla carica di Presidente oppure possono essere presentate seduta stante in assemblea elettorale, prima dell'inizio delle operazioni di voto, sia come nomi singoli che in forma di liste.
Nella lettera di candidatura, il candidato dovrà chiaramente indicare la carica per la quale intende candidarsi.
 

ART. 6 – Elezioni

Tutte le operazioni di voto dovranno essere completate in una sola giornata, ivi compreso lo spoglio delle schede. Il risultato sarà annunciato all'assemblea dei soci dal Presidente dell'assemblea elettiva, non appena completato lo spoglio delle schede elettorali.
Le operazioni di voto si svolgeranno in modo separato per la carica di Presidente della Società, di membro del Consiglio Direttivo, di membro del Collegio di Revisione dei Conti e di componente Junior di Supporto al Consiglio Direttivo, mediante quattro schede differenti sulle quali l’elettore dovrà scrivere cognome e nome dei candidati scelti. Si può votare lo stesso nome sia per la Presidenza che per i membri del Consiglio Direttivo ed i membri del Collegio di Revisione dei Conti.
I voti ottenuti da un socio come Presidente non devono essere sommati a quelli ottenuti eventualmente dallo stesso Socio per il Consiglio Direttivo e per il Collegio di Revisione dei Conti.
Ciascun socio ha diritto ad un solo voto e può farsi rappresentare da altri soci mediante delega scritta. Ciascun socio non può rappresentare più di tre soci. Le votazioni avvengono su scrutinio segreto.
Per la carica di Presidente, potrà essere espressa una sola preferenza qualunque sia il numero dei candidati; in caso contrario la scheda viene annullata.
Per la carica di membro del Consiglio Direttivo potranno essere espresse nove preferenze (indifferentemente dal tipo di socio ordinario) qualunque sia il numero dei candidati. Se la scheda contiene più di nove nominativi vengono considerati validi i primi nove.
Per la carica di membro del Collegio di Revisione dei Conti, potranno essere espresse 3 preferenze qualunque sia il numero dei candidati. Se la scheda contiene più di tre nominativi vengono considerati validi i primi tre.
Per la carica di componente Junior di Supporto al Consiglio Direttivo potrà essere espressa una sola preferenza qualunque sia il numero dei candidati; in caso contrario la scheda viene annullata.
Nel caso in cui due o più soci ottengano lo stesso numero di voti, viene proclamato eletto il socio con maggiore anzianità anagrafica.
A ciascun socio ordinario e onorario avente diritto al voto verranno consegnate schede distinte, una per ciascuna delle cariche di cui sopra (Presidente della Società, di membro del Consiglio Direttivo, di membro del Collegio di Revisione dei Conti e di componente Junior di Supporto al Consiglio Direttivo), che il socio, espresso il proprio voto attraverso l’indicazione del cognome e nome dei candidati prescelti, introdurrà in separate urne contrassegnate dal nome della carica.
A ciascun socio juniores avente diritto al voto verrà consegnata una scheda che il socio, espresso il proprio voto attraverso l’indicazione del cognome e nome del candidato prescelto, introdurrà nella corrispondente urna.
 

ART. 7 – Commissione elettorale

La Commissione elettorale è composta di tre soci ordinari di cui il Presidente è un socio in ruolo tra i professori ordinari ed è nominata su voto palese nell’ambito dell’assemblea.
La Commissione elettorale è garante presso l'assemblea del normale svolgimento delle operazioni elettorali attraverso l'espletamento dei seguenti compiti:

• verificare il diritto di partecipazione al voto in qualità di "elettore attivo" da parte di tutti i soci partecipanti alla assemblea;
• consegnare ad ogni elettore in regola le Schede elettorali firmate dal Presidente della Commissione;
• presiedere alle operazioni di voto;
• presiedere e provvedere alle operazioni di spoglio delle schede elettorali;
• predisporre il verbale delle elezioni nel quale, a fianco di ciascun candidato dovrà essere riportato il numero di preferenze ottenuto. Detto verbale dovrà essere firmato da tutti i componenti della Commissione;
• predisporre, in apposito foglio, la graduatoria dei "votati" e consegnarla al Presidente dell' Assemblea per l'annuncio ufficiale della avvenuta elezione;
• leggere il verbale di elezione e i risultati ai partecipanti all'assemblea;
• raccogliere e verbalizzare ogni dichiarazione e notizia riguardante le operazioni elettorali, votazione e scrutinio, che verranno espresse eventualmente dai soci aventi diritto al voto su loro esplicita richiesta.
La Commissione elettorale cesserà le sue funzioni subito dopo l'annuncio, da parte del Presidente dell'Assemblea della composizione di tutti i nuovi organi collegiali (Presidente, Consiglio Direttivo, Collegio di Revisione dei Conti) espressi dai risultati delle elezioni appena concluse.